Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca "maggiori informazioni"

 

Emergenza Economica “Coronavirus”

Cosa devono fare imprese e professionisti

Per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Coronavirus, il Governo ha varato un articolato pacchetto di misure rivolte alle imprese e ai professionisti.  Riportiamo una sintesi schematica dei principali provvedimenti. Seguiranno altre circolari di approfondimento.

Per il lavoro - Smart working:  è consentito il ricorso allo smart working, fino al 31 luglio 2020, in tutto il territorio nazionale per ogni rapporto di lavoro subordinato, anche in assenza degli accordi individuali - Ammortizzatori sociali: è prevista la concessione su tutto il territorio nazionale, in tutti i settori produttivi e con modalità semplificate (vedi cassa Integrazione in deroga) - Indennizzo mensile di 500 euro: è riconosciuta un’indennità una tantum pari a 500 euro a favore di liberi professionisti con partita IVA, stagionali, lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago, operai agricoli a tempo determinato e lavoratori dello spettacolo  - Congedi e permessi: è concesso un congedo non superiore a 15 giorni retribuito al 50 per cento per assistere i figli di età non superiore a 12 anni ai dipendenti del settore privato, agli iscritti alla Gestione separata e ai lavoratori autonomi iscritti all’INPS, o in alternativa, un bonus per l’acquisto di servizi di baby-sitting  - Licenziamento: il datore di lavoro, indipendentemente dal numero dei dipendenti, non può recedere dal contratto per giustificato motivo oggettivo (divieto di licenziamento). - Malattia: il periodo trascorso in quarantena o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva viene equiparato ai periodi di malattia

 

Per le scadenze fiscali - CU e 730: sono prorogati i termini di presentazione delle Certificazioni uniche 2020, del modello 730/2020 e dei dati necessari alla predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata, per tutti i contribuenti e sostituti d’imposta dell’intero territorio nazionale - Sospensione versamenti e adempimenti: vengono sospesi i versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria, nonché i termini degli adempimenti e dei versamenti fiscali e contributivi e quelli relativi alle attività di liquidazione, di controllo, di accertamento, di riscossione e di contenzioso, da parte degli uffici degli enti impositori 

 

Per le imprese - Fondo garanzia PMI: viene concessa una garanzia sui finanziamenti a titolo gratuito, con l’aumento a 5.000.000 di euro dell’importo massimo garantito per ogni singola impresa  - Bilancio 2019:  viene rinviato di due mesi il termine per la convocazione delle assemblee societarie chiamate ad approvare i bilanci (approvazione Bilanci Srl a Giugno 2020) - Moratoria straordinaria: è prevista per le micro, piccole e medie imprese la possibilità di sospendere il pagamento delle rate di mutui e finanziamenti fino al 30 settembre 2020 - Made in Italy e internazionalizzazione: è istituito il fondo per la promozione integrata che eroga finanziamenti a fondo perduto - Crisi d'impresa: è differita al 15 febbraio 2021 l’entrata in vigore degli obblighi di segnalazione a carico degli organi di controllo e revisori legali dei conti 

Per i professionisti - Formazione professionale: è concessa la riduzione dei crediti obbligatori richiesti nel 2020

 

Per la privacy - Raccolta dei dati: i datori di lavoro non possono raccogliere informazioni sulla presenza di sintomi da coronavirus dei propri dipendenti e dei loro contatti più stretti o, comunque, rientranti nella sfera extra lavorativa

Per la giustizia - Attività giudiziaria: vengono sospesi i termini e rinviate le udienze processuali